Chi siamo

Scheda Cestim

CESTIM - Centro Studi Immigrazione
Indirizzo: Via Cavallotti, 10 - 37124 Verona
Tel.: 045-8011032 Fax: 045-8035075
e-mail - Sito internet: www.cestim.it

Direzione
Carlo Melegari, Presidente e legale rappresentante - e-mail
Matteo Danese, Direttore - e-mail

Apertura al pubblico

Segreteria Cestim: lunedì-venerdì ore 9.15-12.45
Biblioteca e Centro di Documentazione: lunedì-venerdì ore 9.15-12.45
Al pomeriggio su appuntamento: tel. 045-8011032

Finalità

Il CESTIM nasce a Verona nel 1990 come associazione di operatori sociali e culturali che si occupano a vario titolo, per obbligo professionale o per volontariato, degli immigrati e delle loro problematiche in ambiti diversi (nel sindacato, nei servizi sociali e sanitari, nella scuola e nell'università, nelle redazioni dei giornali, negli uffici della pubblica amministrazione, nella cooperazione internazionale e nell'associazionismo della solidarietà).
Ognuno dei soci si propone di mettere a disposizione degli altri la propria esperienza e competenza professionale assieme ai materiali informativi e di studio eventualmente acquisiti e ritenuti utili per tutti. Tutto ciò al fine di:

  • promuovere i diritti umani e la solidarietà sociale negli ambiti che riguardano le complesse problematiche dell'immigrazione;
  • sostenere le attività di studio, di ricerca e volontariato volte alla promozione e agevolazione di un pieno e positivo inserimento degli immigrati nel contesto sociale del territorio comunale e di quartiere in cui si trovano a vivere;
  • creare le condizioni per una corretta informazione sulla realtà dell' immigrazione in modo da prevenire o rimuovere il pregiudizio negativo che nell'opinione pubblica alimenta la discriminazione e costringe spesso gli immigrati in aree di esclusione sociale;
  • promuovere - in condizioni di parità con i cittadini italiani - l'accesso degli immigrati al lavoro dipendente e autonomo, alla casa, ai servizi sociali e sanitari, alla scuola, alla formazione professionale e a tutto quanto esprime godimento pieno dei diritti di cittadinanza nel rispetto, all'interno delle leggi dello stato, delle diverse identità culturali;
  • agevolare progetti individuali, familiari o di gruppo, orientati al rientro e al positivo reinserimento nei paesi d'origine, qualora se ne manifesti l'opportunità da parte degli stessi immigrati.

Attività

1) Documentazione - Studio - Ricerca - Formazione
“per una corretta rappresentazione della realtà dell’immigrazione”

  • Servizi di Biblioteca, Videoteca, Rassegna stampa sui temi dell’immigrazione
  • Sito internet: “cestim on line” + newsletter "Info-cestim” e "Amici del Cestim"
  • Consulenze informali a studenti, studiosi, giornalisti, operatori sociali e della formazione, politici
  • Consulenze formali nell’ambito di progetti di ricerca-intervento in collaborazione con alcune Amministrazioni locali
  • Corsi, giornate di studio, stages (docenza in Master dell’Università e in Corsi per operatori sociali, sindacali, culturali, pastorali)
  • Interventi nelle scuole, nelle parrocchie, in altre iniziative educative (ad es.: ciclo incontri con le scuole superiori)
  • Partecipazione a convegni, seminari, conferenze locali, regionali, nazionali e internazionali

2) Interventi in ambiti di particolare problematicità
“per dare delle risposte ai bisogni degli immigrati e, allo stesso tempo, dimostrare che è possibile darle”

  • Casa: sostegno alle attività della Cooperativa sociale “La casa per gli immigrati” e alle iniziative di pressione sui partiti per l’adozione di misure efficaci in materia di politiche della casa.
  • Lavoro: sostegno a iniziative che aiutano gli immigrati ad accedere ai servizi di orientamento sul mercato del lavoro.
  • Salute: sostegno alle attività del Cesaim-Centro Salute Immigrati di Verona e disponibilità a partnership in progetti del Servizio Sanitario Nazionale.
  • Scuola: promozione e organizzazione del volontariato dell’integrazione scolastica nelle scuole della città e della provincia; realizzazione di corsi estivi di italiano e di doposcuola invernali per gli alunni stranieri figli di immigrati (sulla base di Protocolli d'intesa triennali con le Direzioni scolastiche del Comune e della Provincia di Verona); corsi di italiano per donne straniere in azioni concertate con i servizi dell'Ufficio ùscolastico Provinciale e/o con associazioni di volontariato presenti sul territorio.
  • Discriminazioni: partecipazione a progetti nazionali di ricerca-intervento sulle discriminazioni; promozione di progettualità specifiche per la realizzazione sul territorio della provincia di Verona di iniziative comuni e condivise
  • Marginalità: partecipazione a Tavoli di coordinamento con le Associazioni che si occupano a Verona dei “Senza fissa dimora”.

Dati di sintesi sulle principali attività di progetto

Biblioteca ed emeroteca Cestim

Dati di sintesi anno 2014:

2500 ca volumi; 20 periodici; rassegna stampa giornaliera su 3 quotidiani (dal 1990)

Newsletter

"Amici del Cestim": newsletter periodica di informazione sulle iniziative attinenti al tema delle migrazioni a livello locale. Iscritti al 1° gennaio 2014: 900 ca

"Info Cestim": newsletter periodica di informazione sui principali convegni, corsi di formazione ed eventi relativi al fenomeno migratorio a livello nazionale. Iscritti al 1° gennaio 2013: 2865.

Progetti Cestim Scuola

Link ai dati di sintesi dalla pagina Progetti Cestim Scuola

Volontariato

Tutor Linguistico Cestim

Doposcuola

Corsi estivi di italiano per gli alunni stranieri

Corsi di italiano per immigrati adulti

Struttura organizzativa

Il Consiglio direttivo è composto di n. 7 membri (tutti volontari) eletti ogni tre anni dall’Assemblea dei soci effettivi con diritto di voto. Il Presidente, eletto dal Consiglio, è il legale rappresentante dell’associazione. Lo staff operativo permanente comprende n. 4 persone dipendenti remunerate: 1 direttore a tempo pieno, 1 coordinatore dei progetti a tempo parziale (20 ore alla settimana), 1 addetto alla segreteria amministrativa a tempo parziale (20 ore alla settimana), 1 addetto per le attività di biblioteca e documentazione (20 ore alla settimana). Lo staff è coadiuvato, quando possibile, da operatori in servizio civile, in stage, in tirocinio o a titolo di volontariato gratuito per l’organizzazione, che vanno a raggiungere nell’insieme un monte-ore settimanale pari ad uno e in certi mesi a due tempi pieni. Per ogni progetto attivato si possono prevedere collaborazioni remunerate e collaborazioni volontarie. Complessivamente nelle collaborazioni remunerate (in massima parte operatori in co.co.pro. per i doposcuola e per i corsi estivi) risultavano impegnati nell’ultimo anno scolastico (2013/2014) più di cento giovani laureati e nelle collaborazioni volontarie più di 270 adulti in pensione e una cinquantina di giovani del terzo e quarto anno delle superiori.

Reti

Tavoli di lavoro promossi dal Consiglio Territoriale dell’Immigrazione di cui il Cestim, su nomina del Prefetto, fa parte assieme a rappresentanze ufficiali delle istituzioni e delle organizzazioni economiche, culturali e sociali della provincia;

Tavoli di Lavoro promossi dalla Caritas con il Progetto Integrazione: si lavora per favorire le sinergie tra associazioni e istituzioni sui temi e le iniziative possibili per l’integrazione nell’ambito dell’immigrazione;

Tavoli di lavoro promossi dall’Ulss 20 di Bussolengo nell’ambito delle iniziative di Progetti rivolti agli alunni delle scuole;

Tavoli di lavoro interistituzionali e interassociativi sulle problematiche del disagio abitativo degli immigrati in Italia, in Veneto e a Verona;

Coordinamenti promossi dal Cartello “Nella mia città nessuno è straniero! “, di cui fanno parte più di 60 associazioni veronesi impegnate nel creare le condizioni più favorevoli allo sviluppo di relazioni interculturali e interreligiose di pace sul territorio;

Coordinamenti promossi da Enar – European Network Against Racism, Rete Europea contro il Razzismo, di cui fanno parte oltre 200 associazioni di vari paesi europei;.

Materiali realizzati

Rassegne stampa Cestim (dossier giornalieri dal 1990 ad oggi su quanto pubblicato sui quotidiani di Verona in tema di immigrazione)

Statistiche dell’immigrazione a Verona (dossier periodici dal 1990 ad oggi con elaborazioni cestim di dati istat e anagrafi dei Comuni e delle Ulss veronesi)

Materiali didattici sull’immigrazione (10 schede per le Scuole Superiori a cura di G.Biancardi-P.Galeotti-G-Pasqualini, Cestim-Mlal,Verona, maggio 1994)

CD “Percorsi di pace” (materiali didattici per l’educazione alle relazioni interculturali di pace in collaborazione con la rivista “Azione nonviolenta” - 1996)

CD e DVD “La città delle differenze” (materiali didattici per l’educazione alle relazioni interculturali di pace in collaborazione con il Centro Missionario Diocesano e l’Università di Verona - 2006)

Materiali di pubblicizzazione, introduzione eaccompagnamento di Mostredidattiche per l’educazione alla mondialità promosse dal Cestim a Verona:

Mostra didattica “Me stessi – Noi stesso” (allestimento veronese della Mostra del Museo dell’Uomo di Parigi “Tous parents, tous differents”, Verona, Gran Guardia, dicembre 1993-gennaio 1994);

Mostra didattica “Maccaroni e vu’ cumpra’” (allestimento veronese dell’omonima Mostra nazionale circolante dell’Editore Teti - 1994-1998);

Mostra didattica “Balie italiane e Colf straniere” (allestimento veronese dell’omonima Mostra nazionale circolante dell’Editore Teti - 1998-2003);

Mostra didattica interattiva “Zingari oltre il pregiudizio” (allestimento su internet in più lingue per tutta Europa nell’ambito di un progetto Ue 1998-1999 in collaborazione con Agfol di Venezia)

Mostra fotografica di Caroline Grozner “I nuovi veronesi” con omonimo catalogo (allestimento primo alla Gran Guardia – dicembre 2002 – e successivi allestimenti nelle Scuole della Città e della Provincia – da gennaio 2002 a dicembre 2009)

Mostra fotografica di M.Ambrosi-M.Danesin-A.Sodoma “Portraits in black-Ritratti in nero” con omonimo catalogo (allestimento primo agli Scavi Scaligeri – da ottobre 2006 a gennaio 2007 – e successivi allestimenti in altre città d’Italia e all’estero)

La condizione abitativa degli immigrati terzomondiali a Verona (Ricerca Cestim del 1990, la prima in Italia sul problema della casa)

Affittasi. A tutti? – Inchiesta sul disagio abitativo degli immigrati in Italia (Ricerca Cestim nell’ambito del Progetto “Il mondo in casa mia” dell’Asal di Roma, 2001)

Guida pratica e giuridica per la ricerca di un alloggio in Italia (opuscolo prodotto in collaborazione con Ics, Cooperativa la casa per gli immigrati e Lunaria nell’ambito del Progetto “Il mondo in casa mia” dell’Asal di Roma, 2001)

Immigrati albanesi in Italia e nel Veneto 1990-1996 (contributo Cestim al volume:AA.VV. Albania: formazione e lavoro. Interventi e strategie oltre l’emergenza, Venezia, Agfol-Regione Veneto, 1998)

Aspetti religiosi dell’immigrazione a Verona (contributo Cestim al Quad. 13/2000 dell’Ufficio Studi della Curia Vescovile di Verona)

Gli immigrati a Verona. Indicatori di integrazione (contributo Cestim al Quad. 16/2001 dell’Ufficio Studi della Curia Vescovile di Verona)

Gli immigrati e il problema della casa a Verona. Verona (contributo Cestim al Quad. 18/2002 dell’Ufficio Studi della Curia Vescovile di Verona)

Alunni di nazionalità non italiana nella scuola veronese (contributo Cestim al Quad. 21/2003 dell’Ufficio Studi della Curia Vescovile di Verona)

Ricerca sugli infortuni degli immigrati regolari e irregolari in provincia di Verona e nel Veneto (contributo Cestim al Quad. 30/2006 dell’Ufficio Studi della Curia Vescovile di Verona)

Episodica del razzismo a Verona 1989-1993 (dossier da Rassegne stampa Cestim)

Due, tre cose che so di lui. Straniero e pregiudizio (opuscolo – in 50 mila copie -di decostruzione critica dei 10 più diffusi pregiudizi razzisti nei confronti degli immigrati, prodotto dal Cestim per la Cisl del Veneto nell’ambito delle iniziative Ue per l’anno europeo contro il razzismo - 1997)

Atti del Convegno internazionale per un Numero Verde Europeo contro il Razzismo -Verona – novembre 2000 (pubblicazione in italiano, francese, inglese e tedesco nell’ambito del Progetto Schengen Cestim-Mlal 1999-2000 con finanziamento Ue)

Rapporto finale del Progetto “Numero Verde Schengen… Una telefonata contro la discriminazione” (pubblicazione in italiano, francese, inglese e tedesco nell’ambito del Progetto Schengen Cestim-Mlal 1999-2000 con finanziamento Ue)

Cause strategiche contro le discriminazioni (atti degli incontri organizzati da Asgi, Enar e Cestim con la partecipazione veronese di M.Danese, E.Favé, F.Panizzo e G.Papalia – Quaderni Cospe, febbraio 2008)

Immigrazione e alcolismo nella stampa quotidiana di Verona (analisi a cura di G. Guarienti degli articoli apparsi sul giornale l’Arena negli anni 1997-1998-1999)

L’alcol non è una buona compagnia (opuscolo divulgativo in italiano, inglese e arabo da diffondere tra gli immigrati di diverse nazionalità, prodotto dal Cestim nell’ambito del Progetto Ismaele – 2000/2002 - dell’Usl 20 in collaborazione con Acat)

Libri e materiali didattici per l’insegnamento dell’italiano come L2 (elenco aggiornato al 2007 con successivi aggiornamenti sulle disponibilità per consultazione e prestito nella Biblioteca del Cestim)

Esempi di unità didattiche progettate e sperimentate nei corsi estivi Cestim 2007 (dossier per gli operatori-docenti del Cestim nell’ambito del Progetto “Primo, imparare bene la lingua!”, 2007-2008)

Vademecum del Volontario nei Progetti Cestim 2009/2010 per l’integrazione scolastica degli alunni stranieri (indicazioni di metodo e suggerimenti pratici a cura di D.Lorenzetti del Centro Tante Tinte-Usp-Vr)

Sito www.cestim.it di documentazione scientifica e di informazione sui temi delle migrazioni internazionali e dell’immigrazione in Italia, nel Veneto e a Verona (dal 1999 ad oggi).

CESTIM Centro Studi Immigrazione
C.F. 93039900233 - P.IVA 02251650236
via Cavallotti, 10 - 37124 Verona
Tel. 0039-045-8011032 - Fax 0039-045-8035075

Contatti

"La prima schiavitù è la frontiera. Chi dice frontiera, dice fasciatura.
Cancellate la frontiera, levate il doganiere, togliete il soldato, in altre parole siate liberi.
La pace seguirà." (Victor Hugo)
"Se voi avete il diritto di dividere il mondo in italiani e stranieri allora io reclamo il diritto di dividere il
mondo in diseredati e oppressi da un lato, privilegiati e oppressori dall’altro.
Gli uni sono la mia patria, gli altri i miei stranieri" (don Lorenzo Milani)