CESAIM Centro Salute Immigrati
Servizio ambulatoriale gratuito in collaborazione con ULSS 20
Via Salvo D'Acquisto, 5 (Palazzo della Sanità) - 37122 Verona

Tel. 045 520044
Orario di apertura: dal lunedì al venerdì, ore 15.00-17.00

Chi siamo

Il CESAIM (Centro Salute Immigrati) è un’associazione di volontariato costituitasi nel 1993 a Verona con lo scopo di garantire l’assistenza sanitaria agli immigrati cosiddetti “irregolari”, cioè privi di copertura da parte del SSN.
Ne furono promotori la signora Giulietta Luciani Rovato (attuale presidente onorario) della Consulta delle Associazioni Femminili, ed il dottor Mario Marsiaj, allora direttore del Centro di Malattie Tropicali dell’Ospedale Sacro Cuore - Don Calabria di Negrar, struttura che è stata negli anni punto di riferimento per la diagnosi e la cura di pazienti che richiedono ricovero ospedaliero. Fu coinvolta anche la Caritas Diocesana, che ospitò presso la sede di Lungadige Matteotti l’attività ambulatoriale di odontoiatria, gestita da dentisti volontari, ancora pienamente operativa.
Dal 2001 il CESAIM ha stretto un rapporto di convenzione con l'ULSS 20, successivamente divenuta ULSS 9 Scaligera. In forza di tale convenzione l'ULSS veronese fornisce al CESAIM la sede degli ambulatori (attualmente presso il Palazzo della Sanità), i presidi necessari allo svolgimento dell’attività, la possibilità di utilizzare il ricettario regionale sia per la prescrizione di farmaci eventualmente non presenti nella farmacia interna del CESAIM (la maggior parte dei farmaci proviene da donazioni dal Banco Farmaceutico e dall’ULSS stessa), sia per la prescrizione di prestazioni specialistiche. A tutti gli immigrati viene consegnato un modulo per il rilascio della tessera sanitaria provvisoria STP, da presentare ai distretti di competenza.
La presenza di immigrati visitati e curati al CESAIM è aumentata via via negli anni, con un picco di visite annuali di oltre 10.000 nel periodo 2002/2007, prima dell'allargamento dell'Unione Europea, fino a stabilizzarsi sulle attuali 7000-7500.
L'attività viene garantita nel pomeriggio di tutti i giorni, nei quattro ambulatori messi a disposizione dall'ULSS, da medici internisti e infermieri che si alternano, e da medici specialisti che assicurano visite pediatriche, ginecologiche, ortopediche, psichiatriche, dermatologiche. La presenza di alcuni radiologi permette anche l'esecuzione di indagini ecografiche. In tutto una équipe formata da una quarantina di medici e infermieri, che si prendono cura in modo gratuito e competente di una fascia di popolazione debole e problematica.
Annualmente viene redatto un Report dell’attività svolta, nel quale vengono evidenziati i principali dati statistici, grazie al lavoro puntuale di informatici e personale Cesaim.
(Testo redatto dalla Dott.ssa Luisa Caregaro Guarienti, Presidente e dal Dott. Gianfranco Rigoli, Direttore Sanitario, per il Report 2017)

Documentazione

Ce.sa.im. Report 2017, realizzato da Gian Paolo Chiecchi e collaboratori del Ce.sa.im. Presentato all'assemblea dei soci del 9 aprile 2018.

Avvisi in bacheca

Maggio 2018: 2° Corso CESAIM per operatori dei Centro di Accoglienza “Riconoscimento e accompagnamento del disagio psichico nei richiedenti protezione internazionale”, in collaborazione con Metis Africa. Presso i Padri Comboniani , vicolo Pozzo 1, Verona. Rivolto ad un numero massimo di 80 partecipanti divisi in due gruppi (max 40 per gruppo): 1° gruppo: incontri dalle 18 alle 20 nei giorni di mercoledì 9 -16-23-30 maggio - 2° gruppo: incontri dalle 20.30 alle 22.30 nei giorni mercoledì 2-9-16-23 maggio.
Entrambi i gruppi seguiranno una lezione in seduta plenaria mercoledì 6 giugno alle ore 20.30.
Vai al Programma - Per informazioni: cesaim@aulss9.veneto.it - Alla fine del corso verrà rilasciato un attestato di partecipazione.

CESTIM Centro Studi Immigrazione
C.F. 93039900233 - P.IVA 02251650236
Via Cerpelloni, 3 - 37125 Verona
Tel. 0039-045-8011032 - Fax 0039-045-8035075

Contatti

"La prima schiavitù è la frontiera. Chi dice frontiera, dice fasciatura.
Cancellate la frontiera, levate il doganiere, togliete il soldato, in altre parole siate liberi.
La pace seguirà." (Victor Hugo)
"Se voi avete il diritto di dividere il mondo in italiani e stranieri allora io reclamo il diritto di dividere il
mondo in diseredati e oppressi da un lato, privilegiati e oppressori dall’altro.
Gli uni sono la mia patria, gli altri i miei stranieri" (don Lorenzo Milani)